Intervista a Francesco Renga, Country Manager di Norstat Italia

Cosa significa per voi partecipare al Marketing Research Forum Live 2021?

Il Marketing Research Forum è il più importante evento a livello nazionale dedicato alle Ricerche di Mercato. Partecipare come Sponsor significa per noi poterci confrontare con tutti gli altri player del settore per poter condividere idee, competenze, esperienze, approcci innovativi e soluzioni studiate per poter misurare gli andamenti del mercato e anticiparne le possibili evoluzioni. È un momento di incontro e scambio che ci consente di capire come i nostri clienti si stiano muovendo e quali obiettivi si stiano prefissando in un contesto come quello attuale, che segue un lungo periodo caratterizzato da una richiesta di mercato incerta.

Il MRF21 è stato denominato Il Forum della Conoscenza: nell’ambito dei Servizi di Ricerca e Consulenza che peso ha questo concetto per la vostra azienda?

Come condiviso gli anni passati, Scientia potentia est, sapere è potere: le ricerche di mercato permettono di raccogliere dati, informazioni e, quindi, accumulare sapere. Un sapere non fine a sé stesso, al contrario una conoscenza consapevole, che se viene correttamente utilizzata e valorizzata all’interno dell’azienda, può contribuire al successo aziendale in un contesto competitivo sempre più complesso ed interconnesso, in particolare in questo momento “post-covid” in cui sono significativamente cambiati gli scenari di riferimento.

Quali saranno le novità, oppure il prodotto o il servizio, che presenterete al Forum tramite lo stand digitale?

Quest’anno al nostro stand vorremmo presentare a tutti gli ospiti un progetto incentrato su un tema particolarmente caldo di questi tempi, quello della sostenibilità. L’obiettivo è quello di offrire uno strumento utile ai nostri interlocutori per comprendere il tema della sostenibilità, partendo dalla conoscenza del vissuto degli italiani al riguardo. Consapevoli che la decodifica e l’interpretazione di valori e comportamenti in una società articolata come la nostra e in un momento storico complesso come questo che stiamo vivendo, rappresenti una sfida impegnativa ma necessaria.

Quali saranno i topic del vostro workshop e il messaggio che desiderate lanciare alla platea?

Il progetto che andremo a presentare all’interno del nostro workshop è una ricerca che si propone di indagare l’opinione degli italiani relativamente al tema dello sviluppo sostenibile. Più in particolare l’obiettivo è quello di cogliere le sensibilità e gli orientamenti valoriali emergenti, con un focus sulle nuove generazioni ed in particolare sulla Z.

La sostenibilità viene analizzata non solo nella sua accezione ambientale, di salvaguardia del pianeta, ma si considerano tutti gli obiettivi di sostenibilità delineati dall’Agenda 2030 delle Nazioni Unite: ambientali, sociali ed economici.

L’indagine inizia con una ricognizione sul grado di conoscenza, informazione e consapevolezza circa i temi della sostenibilità, prevede poi un approfondimento specifico sulla conoscenza nominale e effettiva dell’Agenda 2030, come anche sull’informazione rispetto agli SDGs, Sustainable Development Goals, i 17 obiettivi che, nel loro insieme, costituiscono il piano d’azione previsto dall’Agenda e sono espressione della dimensione economica, ambientale e sociale della sostenibilità.

Successivamente vengono esplorati i vissuti degli italiani sia in termini di orientamenti valoriali rispetto al tema della sostenibilità in generale e nelle sue diverse accezioni: ambientale, sociale ed economica, che di effettivi comportamenti sostenibili adottati.

L’obiettivo macro è quello di offrire una dettagliata fotografia del presente, che consenta, attraverso il monitoraggio nel tempo degli indicatori adottati, di delineare l’evoluzione culturale e sociale del Paese in tema di sviluppo sostenibile.

Ci auguriamo che il patrimonio informativo offerto dall’indagine consenta quindi ai nostri interlocutori di individuare le strategie più consone per comunicare, informare e sensibilizzare gli italiani sul tema dello sviluppo sostenibile, considerato in tutte le sue possibili declinazioni.